Polizza assicurativa del progettista – Art.269 DPR 207/2010 – Nuovo Regolamento Appalti

Articolo 269

Polizza assicurativa del progettista

(art. 105, d.P.R. n. 554/1999)

1. Le stazioni appaltanti richiedono ai progettisti, come forma
di copertura assicurativa, la polizza di cui all’articolo 111, comma
1, del codice. Nel caso di appalto di progettazione ed esecuzione ai
sensi dell’articolo 53, comma 2, lettere b) e c), del codice la
predetta polizza e’ richiesta all’affidatario. Tale polizza copre la
responsabilita’ civile professionale del progettista esterno per i
rischi derivanti anche da errori od omissioni nella redazione del
progetto esecutivo o definitivo che abbiano determinato a carico
della stazione appaltante nuove spese di progettazione e/o maggiori
costi.
2. Si intende per maggior costo la differenza fra i costi e gli
oneri che la stazione appaltante deve sopportare per l’esecuzione
dell’intervento a causa dell’errore o omissione progettuale ed i
costi e gli oneri che essi avrebbe dovuto affrontare per l’esecuzione
di un progetto esente da errori ed omissioni.
3. Per nuove spese di progettazione si intendono gli oneri di
nuova progettazione, nella misura massima del costo iniziale di
progettazione, sostenuti dalle stazioni appaltanti qualora, per
motivate ragioni, affidino con le procedure previste dal codice e dal
presente regolamento, la nuova progettazione ad altri progettisti
anziche’ al progettista originariamente incaricato. L’obbligo di
progettare nuovamente i lavori a carico del progettista senza costi e
oneri per la stazione appaltante deve essere inderogabilmente
previsto nel contratto.
4. Il progettista, contestualmente alla sottoscrizione del
contratto, deve produrre una dichiarazione di una compagnia di
assicurazioni autorizzata all’esercizio del ramo "responsabilita’
civile generale" nel territorio dell’Unione Europea, contenente
l’impegno a rilasciare la polizza di responsabilita’ civile
professionale con specifico riferimento ai lavori progettati. La
polizza decorre dalla data di inizio dei lavori e ha termine alla
data di emissione del certificato di collaudo provvisorio. La mancata
presentazione della dichiarazione determina la decadenza
dall’incarico, e autorizza la sostituzione dell’affidatario. Nel caso
di appalto di progettazione ed esecuzione ai sensi dell’articolo 53,
comma 2, lettere b) e c), del codice, la polizza decorre dalla
stipula del contratto con l’affidatario.
5. Nel caso in cui il pagamento dei corrispettivi professionali
sia dal contratto frazionato in via di anticipazione non correlata
allo svolgimento per fasi del progetto, ciascuna anticipazione in
acconto e’ subordinata alla costituzione di una garanzia fideiussoria
bancaria o assicurativa di importo pari all’acconto medesimo. Il
saldo e’ corrisposto soltanto a seguito della presentazione della
polizza. Lo svincolo delle garanzie fideiussorie e’ contestuale alla
presentazione della polizza, che deve in ogni caso avvenire al
momento della consegna degli elaborati progettuali.
6. L’assicuratore, entro novanta giorni dalla ricezione della
richiesta di risarcimento, comunica alla stazione appaltante la somma
offerta, ovvero indica i motivi per i quali non puo’ formulare alcuna
offerta. Il responsabile del procedimento entro sessanta giorni dal
ricevimento dell’offerta deve assumere la propria determinazione.
Trascorso inutilmente tale termine, l’offerta si intende rifiutata.
Qualora il responsabile del procedimento dichiari di accettare la
somma offertagli, l’assicuratore deve provvedere al pagamento entro
trenta giorni dalla ricezione della comunicazione.
7. Qualora l’assicuratore non proceda alla comunicazione di cui
al comma 6, ovvero la sua offerta sia ritenuta incongrua dalla
stazione appaltante, la stima dell’ammontare del danno e’ demandata
ad un perito designato dall’Autorita’ nell’ambito dell’elenco di cui
all’articolo 242, comma 7, del codice. Qualora il pagamento della
somma stimata non sia effettuato entro sessanta giorni dalla
comunicazione della stima, la stazione appaltante da’ comunicazione
all’ISVAP.

Note all’art. 269
- Il testo dell’articolo 111, comma 1, del citato
decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e’ il seguente:
"Art. 111 (Garanzie che devono prestare i progettisti)
- 1. Nei contratti relativi a lavori, il progettista o i
progettisti incaricati della progettazione posta a base di
gara e in ogni caso della progettazione esecutiva devono
essere muniti, a far data dall’approvazione rispettivamente
del progetto posto a base di gara e del progetto esecutivo,
di una polizza di responsabilita’ civile professionale per
i rischi derivanti dallo svolgimento delle attivita’ di
propria competenza, per tutta la durata dei lavori e sino
alla data di emissione del certificato di collaudo
provvisorio. La polizza del progettista o dei progettisti
deve coprire, oltre alle nuove spese di progettazione,
anche i maggiori costi che la stazione appaltante deve
sopportare per le varianti di cui all’articolo 132, comma
1, lettera e), resesi necessarie in corso di esecuzione. La
garanzia e’ prestata per un massimale non inferiore al 10
per cento dell’importo dei lavori progettati, con il limite
di 1 milione di euro, per lavori di importo inferiore alla
soglia di cui all’articolo 28, comma 1, lettera c), IVA
esclusa, e per un massimale non inferiore al 20 per cento
dell’importo dei lavori progettati, con il limite di 2
milioni e 500 mila euro, per lavori di importo pari o
superiore alla soglia di cui all’articolo 28, comma 1,
lettera c), IVA esclusa. La mancata presentazione da parte
dei progettisti della polizza di garanzia esonera le
amministrazioni pubbliche dal pagamento della parcella
professionale."
- Per il testo dell’articolo 53, del decreto
legislativo 12 aprile 2006, n. 163, si veda nelle Note
all’art. 17.
- Il testo dell’articolo 242, comma 7, del citato
decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e’ il seguente:
"7. La camera arbitrale cura altresi’ la tenuta
dell’elenco dei periti al fine della nomina dei consulenti
tecnici nei giudizi arbitrali; sono ammessi all’elenco i
soggetti in possesso dei requisiti professionali previsti
dal comma 6, lettera c), nonche’ dottori commercialisti in
possesso dei medesimi requisiti professionali."

TITOLO III – GARANZIE




NOTA: DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL 5 0TT0BRE 2010 N. 207 – Regolamento di esecuzione e attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE “(Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10/12/2010 – Suppl. Ordinario n.270)
Ricordiamo che l’unico testo definitivo è quello pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a mezzo stampa, che prevale in casi di discordanza. La riproduzione di testi forniti nel formato elettronico è consentita purché venga menzionata la fonte, il carattere non autentico e gratuito

Sito della Gazzetta Ufficiale della repubblica Italiana.
Scarica il file in formato testo del Nuovo Regolamento Appalti (aggiornato a Marzo 2012)
Scarica il file in formato HTML del Nuovo Regolamento Appalti (aggiornato a Marzo 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del DPR 207-2010 Nuovo Regolamento Appalti o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti edilizi, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita.

Un pensiero su “Polizza assicurativa del progettista – Art.269 DPR 207/2010 – Nuovo Regolamento Appalti

  1. A maggio 2011 ho vinto gara per progettazione definitiva per audit energetici con finanziamenti della progettazione da parte della regione. Ho stipulato convenzione con il comune che richiedeva anche progettazione esecutiva ma non richiedeva polizza assicurativa. Il progetto è stato approvato ad agosto 2011 dal Comune, il quale lo ha trasmesso alla regione che deve provvedere, a seguito di approvazione da parte di commissione per la valutazione del progetto, a pagare la progettazione. Ad oggi la regione non ha ancora pagato ma, in via non ufficiale, so che il progetto è stato approvato dalla regione. Ad oggi sono a chiederVi se posso cmq stipulare polizza per progettazione o è troppo tardi! Non l’ho fatto prima perchè non mi è stata chiesta, perchè finchè non redigevo il progetto non conoscevo importo lavori e perchè ad oggi non so quando avranno inizio i lavori e se avranno inizio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com