Disposizioni abrogate – Art.358 DPR 207/2010 – Nuovo Regolamento Appalti

Articolo 358

Disposizioni abrogate

1. Ai sensi dell’articolo 256, comma 4, del codice, a decorrere
dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, sono
abrogati:
a) gli articoli 337, 338, 342, 343, 344, 348 della legge 20 marzo
1865, n. 2248, allegato F;
b) il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 marzo
1999, n. 117;
c) il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999,
n. 554;
d) il decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 2000, n.
34;
e) gli articoli 5, comma 1, 7, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 20, 21,
22, 23, 24, 25, 26, 28, 29, 30, 31, 33, 34 e 37, del decreto del
Ministro dei lavori pubblici 19 aprile 2000, n. 145;
f) il decreto del Presidente della Repubblica 20 agosto 2001, n.
384;
g) il decreto del Presidente della Repubblica 4 aprile 2002, n.
101;
h) il decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti 27
maggio 2005 in tema di qualificazione del contraente generale;
i) il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 18
novembre 2005, recante «affidamento e gestione dei servizi
sostitutivi di mensa».

Note all’art. 358
– Il testo dell’art 256, comma 4, del citato decreto
legislativo 12 aprile 2006 n. 163, e’ il seguente:
"4. Il regolamento di cui all’articolo 5 elenca le
norme abrogate, con decorrenza dall’entrata in vigore del
regolamento medesimo, anche in relazione alle disposizioni
contenute nei seguenti atti:
– gli articoli 337, 338, 342, 343, 344 e 348 della
legge 20 marzo 1865, n. 2248, allegato F;
– il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
13 marzo 1999, n. 117;
– il d.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554;
– il d.P.R. 25 gennaio 2000, n. 34;
– il d.P.R. 4 aprile 2002, n. 101;
– il decreto del Ministro delle infrastrutture e
trasporti 27 maggio 2005 in tema di qualificazione del
contraente generale;
– il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
18 novembre 2005, recante «affidamento e gestione dei
servizi sostitutivi di mensa».".
– Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
13 marzo 1999, n. 117 (Regolamento recante norme per la
determinazione degli elementi di valutazione e dei
parametri di ponderazione dell’offerta economicamente piu’
vantaggiosa di cui all’articolo 23, comma 1, lettera b),
del D.Lgs. 17 marzo 1995, n. 157, per l’aggiudicazione
degli appalti di servizi di pulizia degli edifici di cui
alla categoria 14 della classificazione comune dei prodotti
874, contenuta nell’allegato 1 al D.Lgs. n. 157/1995),
abrogato dal presente regolamento, e’ pubblicato nella
Gazz. Uff. 29 aprile 1999, n. 99.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 21
dicembre 1999, n. 554 (Regolamento di attuazione della L.
11 febbraio 1994, n. 109 legge quadro in materia di lavori
pubblici), abrogato dal presente regolamento, e’ pubblicato
nella Gazz. Uff. 28 aprile 2000, n. 98, S.O.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio
2000, n. 34 (Istituzione del sistema di qualificazione per
gli esecutori di lavori pubblici, ai sensi dell’articolo 8
della L. 11 febbraio 1994, n. 109), abrogato dal presente
regolamento, e’ pubblicato nella Gazz. Uff. 29 febbraio
2000, n. 49, S.O.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 20 agosto
2001, n. 384 (Regolamento di semplificazione dei
procedimenti di spese in economia), abrogato dal presente
regolamento, e’ pubblicato nella Gazz. Uff. 24 ottobre
2001, n. 248.
– Il decreto del Presidente della Repubblica 4 aprile
2002, n. 101 (Criteri e modalita’ per l’espletamento da
parte delle amministrazioni pubbliche di procedure
telematiche di acquisto per l’approvvigionamento di beni e
servizi), abrogato dal presente regolamento, e’ pubblicato
nella Gazz. Uff. 30 maggio 2002, n. 125.
– Il decreto del Ministro delle infrastrutture e
trasporti 27 maggio 2005 in tema di qualificazione del
contraente generale, abrogato dal presente regolamento,e’
pubblicato, per sunto, nella Gazz. Uff. 4 giugno 2005, n.
128.
– Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
18 novembre 2005 (Affidamento e gestione dei servizi
sostitutivi di mensa), abrogato dal presente regolamento,
e’ pubblicato nella Gazz. Uff. 17 gennaio 2006, n. 13.

PARTE VII – DISPOSIZIONI TRANSITORIE E ABROGAZIONI

NOTA: DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL 5 0TT0BRE 2010 N. 207 – Regolamento di esecuzione e attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle Direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE “(Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10/12/2010 – Suppl. Ordinario n.270)
Ricordiamo che l’unico testo definitivo è quello pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a mezzo stampa, che prevale in casi di discordanza. La riproduzione di testi forniti nel formato elettronico è consentita purché venga menzionata la fonte, il carattere non autentico e gratuito

Sito della Gazzetta Ufficiale della repubblica Italiana.
Scarica il file in formato testo del Nuovo Regolamento Appalti (aggiornato a Marzo 2012)
Scarica il file in formato HTML del Nuovo Regolamento Appalti (aggiornato a Marzo 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del DPR 207-2010 Nuovo Regolamento Appalti o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti edilizi, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com