Approvvigionamento idrico – Art.61 Regolamento Edilizio Comune di Venezia

Art. 61 Approvvigionamento idrico
Tutti gli edifici devono essere dotati di impianto idrico idoneo interno.
L’acqua potabile proveniente da pozzi o sorgenti private deve essere dichiarata idonea a
tale uso da competenti organi dell’ Ulss ai sensi del D.P.R. 236/88 e del D.M.. 26.3.91.
Qualora un pozzo venga abbandonato deve essere riempito con sabbia e ghiaia fino al livello
del suolo.
Quando sono previste destinazioni d’uso produttive o agricole dovrà essere verificata e
descritta in apposita relazione, la possibilità di un impianto di distribuzione per acqua non
potabile collegato ad un serbatoio di raccolta delle acque piovane.

CAPO II FOGNATURE

Visita anche la sezione dedicata all’attività edilizia sul sito del Comune di Venezia
Scarica il PDF del Regolamento Edilizio del Comune di Venezia (aggiornato a Febbraio 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del regolamento edilizio del comune di Venezia o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti condominiali, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form in basso per fare una richiesta al nostro staff. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com