Intervento nel procedimento – Art.21 Regolamento Edilizio Comune di Prato

Articolo 21 INTERVENTO NEL PROCEDIMENTO

1.
I destinatari del provvedimento finale, i soggetti nei cui confronti deve essere effettuata la comunicazione di
avvio del procedimento, nonché quelli intervenuti ai sensi dell’Articolo 9 della L. 241/90 e successive
modificazioni e integrazioni, hanno diritto di:

prendere visione degli atti del procedimento d’intesa con il relativo responsabile, salvo quanto previsto
dall’Articolo 24 della L. 241/90 e successive modificazioni e integrazioni e del regolamento sul diritto di
accesso;


presentare memorie scritte, documentazione integrativa e perizie tecniche di parte, che il responsabile
del procedimento è tenuto a valutare purché pertinenti. Tale presentazione deve avvenire entro i
termini indicati nella comunicazione di avvio del procedimento o in mancanza entro un termine pari a
due terzi di quello fissato per la durata del procedimento, sempre che il procedimento stesso non sia
già concluso. La presentazione di memorie e documenti non può comunque determinare lo
spostamento del termine finale. Resta salva la facoltà di esame dei documenti presentati quando
siano inerenti ad accertamenti obbligatori per l’Amministrazione o risultino determinanti per l’istruttoria.


avanzare osservazioni, pareri e proposte, che il responsabile del procedimento ha l’obbligo di valutare
motivando l’eventuale mancato accoglimento. Per eventuali chiarimenti su quanto presentato, il
responsabile del procedimento potrà richiedere audizioni personali, il cui esito dovrà essere
verbalizzato.


assistere personalmente o mediante un proprio rappresentante a sopralluoghi ed ispezioni.
L’intervento è fatto mediante atto in carta semplice, sottoscritto dall’interessato e contenente tutti gli elementi
necessari per l’individuazione del procedimento nel quale si intende intervenire, le generalità e il domicilio del
richiedente ed il suo interesse per la tutela di una situazione giuridicamente rilevante. Per le associazioni,
per i comitati e per le altre persone giuridiche l’atto di intervento è sottoscritto dal legale rappresentante.

Visita anche la sezione dedicata alle normative urbanistiche sul sito del Comune di Prato
Scarica il PDF del Regolamento Edilizio del Comune di Prato (aggiornato a Marzo 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del regolamento edilizio del comune di Prato o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti condominiali, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form in basso per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita da parte dell’architetto o dell’ingegnere.

Un pensiero su “Intervento nel procedimento – Art.21 Regolamento Edilizio Comune di Prato

  1. Titolare condomino di ” via firenze 37 ” p.1-int.4
    c.a nel giugno 2017, il geom. —–, per conto di:—–, via catellacci Prato, ha presentato/segnalato all’Edilizia attività libere, allacciamento alla fossa biologica condiminiale, del fondo n.39, per un bagno
    di nuovo insediamento di parrucchiera –
    Qual è la procedura per l’accesso agli atti ?
    Oggetto: conoscere ove sono stati collegati gli scarichi di prodotti chimici e saponosi –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com