Distanze dai confini – Art.72 Regolamento edilizio del comune di Bergamo

Art. 72 -Distanze dai confini

La distanza tra i fabbricati e i confini di proprietà si misura avendo come riferimento la proiezione
orizzontale del perimetro del fabbricato, misurata al piede dell’edificio, compresi eventuali volumi
aggettanti e vani tecnici, fino al punto più vicino del confine di proprietà.

Fatto salvo quanto previsto dal Codice Civile in materia di costruzioni, non hanno rilevanza agli effetti
della misurazione delle distanze dai confini le parti edificate in interrato e i semi interrati che non
sporgano dal caposaldo di riferimento più di m 1,20 all’estradosso della copertura comprese anche le
sistemazioni di finitura (pavimentazioni, manto erboso, ecc.).

La distanza dei fronti dei fabbricati dai confini di proprietà del lotto sul quale insistono, dovrà essere
pari alla metà dell’altezza complessiva del fronte e comunque non inferiore a m 5,00, fatto salvo per
quanto riguarda il recupero a fini abitativi dei sottotetti esistenti, di cui agli articoli 63 e seguenti della
Legge Regionale 11/03/2005 n. 12 e successive modifiche ed integrazioni, recupero per il quale non
è posta una distanza minima dai confini, ma solo il rispetto delle distanze minime tra edifici poste
dalle normative generali vigenti.

Si può costruire sul confine o a distanza inferiore rispetto a quanto previsto dal comma precedente,
purché si provveda a convenzionare con il proprietario confinante la futura eventuale edificazione la
quale dovrà rispettare i criteri di distanza previsti dalle norme del precedente articolo 71 ("Distacchi
tra gli edifici").

I nuovi edifici o gli ampliamenti di edifici esistenti possono essere realizzati in aderenza a fabbricati
esistenti sul confine laterale, oppure dovranno essere distaccati da questi secondo quanto previsto
dal precedente articolo 71 ("Distacchi fra gli edifici").

In deroga a quanto previsto al precedente comma 3 del presente articolo e fatto salvo quanto previsto
dall’articolo 70 bis, comma 1, gli ascensori esterni, conformi alle vigenti disposizioni in materia di
superamento delle barriere architettoniche, da realizzare al servizio di edifici legittimati prima della
data di entrata in vigore della Legge 09/01/1989 n. 13, possono essere collocati a distanza non
inferiore a m1,50 dai confini di proprietà, purché siano garantite illuminazione ed areazione naturali
idonee, secondo i parametri regolamentari.

Salvo diverse specificazioni della strumentazione urbanistica generale e fatte salve normative
specifiche (Codice della Strada) ai fini della distanza dai confini si considerano anche le aree
pubbliche o d’uso pubblico e le strade esistenti o di progetto adiacenti ai lotti oggetto d’intervento, con
esclusione dei percorsi pedonali, gallerie e portici d’uso pubblico e fatti salvi gli interventi nell’ambito
dei piani attuativi, gli interventi convenzionati, comunque denominati, e gli interventi di nuova
edificazione i quali prevedano la realizzazione di opere di urbanizzazione in ottemperanza alle
previsioni della strumentazione urbanistica.



Visita anche la sezione dedicata all’attività edilizia sul sito del Comune di Bergamo
Scarica il PDF del Regolamento Edilizio del Comune di Bergamo (aggiornato ad Aprile 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del regolamento edilizio del comune di Bergamo o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti condominiali, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com