Riduzione del consumo acqua potabile e risparmio idrico – Art.159 Regolamento Edilizio Comune di Bari

Art. 159 Riduzione del consumo acqua potabile e risparmio idrico
1. Negli interventi di nuova costruzione e di ristrutturazione degli edifici esistenti è previsto, salvo motivata e
circostanziata richiesta di esclusione specificamente assentita dal comune, l’utilizzo delle acque piovane per
gli usi compatibili tramite la realizzazione di appositi sistemi di raccolta, filtraggio ed erogazione integrativi.
2. Tutti i nuovi edifici (o integralmente ricostruiti) a carattere residenziale e terziario devono prevedere
l’utilizzo di sistemi individuali per ogni singola unità immobiliare di contabilizzazione del consumo di
acqua potabile, così da garantire che i costi relativi vengano ripartiti in base ai consumi reali effettuati da
singola unità immobiliare.
3. É fatto inoltre obbligo di dotare i servizi igienici dei seguenti dispositivi per il contenimento dei consumi
idrici:
a. per le destinazioni d’uso non residenziali: temporizzatori che interrompono il flusso dopo un tempo
predeterminato;
b. per tutte le destinazioni d’uso: sciacquoni per WC a due livelli o con tasto di fermo per graduazione
continua (dispositivo comandabile manualmente che consenta in alternativa la regolazione continua, in
fase di scarico, del volume di acqua scaricata o la regolazione, prima dello scarico, di almeno due diversi
volumi di acqua: il primo compreso tra 7 e 12 litri e il secondo compreso tra 5 e 7 litri). Sono vietati gli
sciacquoni a rubinetto;
c. per tutte le destinazioni d’uso: sistemi, installati in rubinetti e docce, che, mantenendo o migliorando
le caratteristiche del getto d’acqua, riducano il flusso da 15-20 l/min. a 7-10 l/min;
d. per edifici pubblici: l’adozione di rubinetti a fotocellula.

4. E’ inoltre consigliata, ove possibile, l’adozione di miscelatori dotati di limitatore meccanico di portata.
5. Per gli edifici esistenti i provvedimenti di cui sopra si applicano nel caso di interventi di manutenzione
straordinaria che interessino i servizi igienici.
6. Si fornisce un elenco esemplificativo e non esaustivo dei dispositivi da applicare all’impianto idrico-
sanitario per raggiungere i livelli di risparmio idrico richiesti:
a. isolanti termici per le condutture degli impianti di riscaldamento e di raffrescamento degli edifici;
b. dispositivi per ridurre i tempi di erogazione dell’acqua calda ai singoli elementi erogatori;
c. dispositivi di controllo della pressione dell’acqua di adduzione in entrata nell’edificio;
d. idoneo dimensionamento delle reti idriche per evitare cali di portata in caso di contemporaneità d’uso
degli erogatori;
e. dispositivi di controllo della pressione dell’acqua di adduzione in entrata nelle singole unità
immobiliari;
f. cassette di scarico dei W.C. con dispositivi di erogazione differenziata del volume d’acqua;
g. dispositivi frangi getto da applicare ai singoli elementi erogatori;
h. dispositivi per la limitazione della portata idrica da applicare ai singoli elementi erogatori;
i. dispositivi a controllo elettronico e/o dispositivi a tempo da applicare ai singoli elementi erogatori
(utili soprattutto nei locali pubblici).
j. dispositivi di decalcarizzazione e/o purificazione dell’acqua potabile con ridotti consumi energetici e
idrici.

7. Per gli edifici esistenti i provvedimenti di cui sopra si applicano nel caso di interventi di rifacimento che
interessino i servizi igienici.

8. Le analisi e valutazioni di cui al presente Capitolo dovranno essere esplicitate e descritte in una apposita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com