Progettazione integrata – Art.152 Regolamento Edilizio Comune di Bari

Art. 152 Progettazione integrata
1. La progettazione dei nuovi organismi edilizi, delle ristrutturazioni totali (per quanto applicabile) e delle
demolizioni e ricostruzioni, deve essere integrata.
2. La progettazione integrata si fonda sull’analisi degli elementi locali, ambientali, climatici e storici dell’area
oggetto di trasformazione e considera in un unico momento tecnico-ideativo tutte le componenti, quali
quelle urbanistiche, architettoniche, strutturali, impiantistiche, della sicurezza del cantiere, dello
smaltimento dei materiali edili.

3. Al fine di integrare la progettazione degli edifici con i fattori climatici, sfruttando i benefici di quelli
favorevoli e proteggendo le costruzioni da quelli che incidono negativamente sul comfort abitativo e sul
risparmio energetico, nei progetti devono risultare le seguenti verifiche:
a. calcolo del fabbisogno annuo di energia primaria dell’immobile;
b. verifica dell’abbattimento del fabbisogno di cui al punto a nel periodo invernale attraverso gli apporti
gratuiti di energia derivanti dall’irraggiamento solare;
c. verifica dell’abbattimento del fabbisogno di cui al punto a nel periodo estivo attraverso il controllo
del soleggiamento e l’adozione anche di sistemi di raffrescamento passivo.

4. La progettazione dei nuovi edifici e delle ristrutturazioni totali dovrà conseguire i seguenti obiettivi:
a. riduzione delle perdite per trasmissione dall’involucro opaco e trasparente attraverso l’adozione di
stratigrafie ad elevate prestazioni di trasmittanza termica;
b. riduzione delle perdite per ventilazione dall’involucro attraverso la sigillatura di tutti gli elementi di
discontinuità e l’utilizzo di serramenti apribili con guarnizioni a tenuta, pur assicurando un corretto
ricambio dell’aria ai fini del mantenimento della salubrità degli ambienti;
c. composizione architettonica degli spazi, dei volumi e delle aperture di facciata che massimizzi lo
sfruttamento passivo dell’energia solare, specialmente nei locali di soggiorno o comunque utilizzati in
orario diurno;
d. valutazione del potenziale utilizzo di fonti rinnovabili di energia (solare termica e fotovoltaica,
biomassa, eolica, idrica) in maniera attiva, per gli usi elettrici, il riscaldamento degli ambienti o dell’acqua
calda sanitaria, ad integrazione o totale sostituzione di energie non rinnovabili;
e. valutazione del necessario utilizzo di fonti energetiche non rinnovabili, preferendo quelle che
presentino le maggiori efficienze di produzione ed i minimi impatti ambientali, anche riferendosi alle
energie cosiddette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com