Disponibilità di luce naturale – Art.155 Regolamento Edilizio Comune di Bari

Art. 155 Disponibilità di luce naturale
1. Si valuta la disponibilità di luce naturale e la visibilità del cielo attraverso le ostruzioni:
a. valutazione del modello di cielo coperto standard CIE; per la determinazione dei livelli di
illuminamento in un’area si definisce il modello di cielo (visto come sorgente di luce) caratteristico di quel
luogo, determinando la distribuzione della luminanza della volta celeste specifica del luogo (in assenza di
quello specifico del sito si assume come riferimento il cielo standard della città nella quale si progetta);
b. valutazione del modello di cielo sereno in riferimento alla posizione del sole per alcuni periodi
dell’anno (per esempio uno per la stagione fredda, gennaio, uno per la stagione calda, luglio); la posizione
apparente del sole viene determinata attraverso la conoscenza di due angoli, azimutale e di altezza solare,
variabili in funzione della latitudine e longitudine e consente di valutare la presenza dell’irraggiamento
solare diretto, la sua disponibilità temporale e nonché gli angoli di incidenza dei raggi solari sulla zona di
analisi (raggi solari bassi o alti rispetto all’orizzonte).
c. valutazione della visibilità del cielo attraverso le ostruzioni esterne:
i. ostruzioni dovute all’orografia del terreno (terrapieni, rilevati stradali, colline, ecc.);
ii. ostruzioni dovute alla presenza del verde (alberi e vegetazione che si frappongono tra l’area ed il
cielo), con oscuramento variabile in funzione della stagione (alberi sempreverdi o a foglia caduca);
iii. ostruzioni dovute alla presenza di edifici, esistenti o di futura realizzazione secondo la vigente
pianificazione urbanistica generale o attuativa.

2. A tale scopo prima della fase di definizione della disposizione delle strade e degli edifici, deve essere
redatta una relazione descrittiva di analisi del sito contenente:
a. caratteristiche fisiche del sito, come pendenze del suolo, vie di scorrimento dell’acqua, percorso del
sole nelle diverse stagioni, etc.;
b. contesto del sito, ovvero edifici e strutture adiacenti, relazione dell’area con strade esistenti, altre
caratteristiche rilevanti (viste sul panorama circostante, orientamento dell’appezzamento etc.);
c. le ombre prodotte dalle strutture esistenti sul sito o adiacenti;
d. gli alberi sul sito o adiacenti, identificandone la posizione, la specie, le dimensioni e le condizioni;
e. direzione, intensità, stagionalità dei venti prevalenti.

3. Sulla base dell’analisi al precedente comma, il tracciato delle strade, dei lotti da edificare e dei singoli edifici
dovrà tendere a:
a. garantire un accesso ottimale alla radiazione solare per tutti gli edifici, in modo che la massima
quantità di luce naturale risulti disponibile anche nella peggiore giornata invernale (21 dicembre);
b. consentire che le facciate ovest degli edifici possano essere parzialmente schermate da altri edifici o
strutture adiacenti per limitare l’eccessivo apporto di radiazione termica estiva, se ciò lascia disponibile
sufficiente luce naturale;
c. garantire accesso al sole per tutto il giorno per tutti gli impianti solari realizzati o progettati o
probabili (tetti di piscine, impianti sportivi, strutture sanitarie o altre con elevati consumi di acqua calda
sanitaria);
d. trarre vantaggio dai venti prevalenti per strategie di ventilazione/raffrescamento naturale degli edifici
e delle aree di soggiorno esterne (piazze, giardini etc.);
e. predisporre adeguate schermature di edifici ed aree di soggiorno esterne dai venti prevalenti invernali.

Visita anche la sezione dedicata all’attività edilizia sul sito del Comune di Bari
Scarica il PDF del Regolamento Edilizio del Comune di Bari (aggiornato a Marzo 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del regolamento edilizio del comune di Bari o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti condominiali, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form in basso per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita da parte dell’architetto o dell’ingegnere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com