REQUISITI TERMICI, IDROTERMICI, DI VENTILAZIONE E – Art.36 Regolamento edilizio del comune di Lucignano Arezzo

Art. 36 – REQUISITI TERMICI, IDROTERMICI, DI VENTILAZIONE E
ILLUMINAZIONE DEGLI EDIFICI.
Le nuove costruzione e le ristrutturazioni edilizie con costituzione di nuove unità
immobiliari i dovranno dotarsi di impianti di riscaldamento da realizzare in conformità
alla vigente normativa nazionale e devono essere realizzati nel rispetto delle norme
vigenti in materia di contenimento dei consumi energetici.
Il progetto della parte termica ed idrotermica è parte costitutiva della domanda di
Permesso di costruire e deve essere allegato alle S.C.I.A. ai sensi della legge 9 gennaio
1991 n. 10 e del D.Lvo 192/05 e ss.mm.ii.
Il progetto degli impianti elettrici redatto ai sensi della L. 46/90 e del D.M. 37/2008 è
parte costitutiva della domanda di Permesso di costruire e deve essere allegato alle

S.C.I.A. al termine dei lavori.
Al fine di garantire alle nuove costruzioni sufficienti requisiti illuminotecnici, per
ciascun locale di abitazione, l’ampiezza della finestra deve essere proporzionata in
modo di assicurare un valore di fattore luce diurna non inferiore al 2% e comunque la
superficie finestrata apribile non dovrà essere inferiore ad 1/8 della superficie del
pavimento.

Aperture di superficie minore per l’illuminazione naturale diurna sono ammesse in
edifici esistenti qualora questi siano oggetto di intervento di restauro conservativo o di
ristrutturazione che non consentano per la salvaguardia dei caratteri tipologico-
ambientali dell’opera, modifiche alle aperture stesse.
I locali sottotetto possono essere illuminati ed aerati attraverso la creazione di abbaini e
lucernari.
Sono definiti abbaini quei dispositivi che modificano parzialmente la giacitura del piano
di copertura e consento l’illuminazione e l’aerazione dei locali sottotetto.
Si definiscono lucernari quei dispositivi che realizzano le medesime finalità con
aperture praticate nella copertura.
L’illuminazione diurna naturale indiretta o l’illuminazione artificiale sono ammesse:

– Per i locali destinati ad uffici la cui estensione non permetta l’adeguata
illuminazione naturale delle superfici di utilizzo;
– i locali aperti al pubblico destinati ad attività commerciali, culturali, ricreative e
tutti i pubblici esercizi in genere;
– i locali destinati ad attività che richiedono particolari condizioni di illuminazione
artificiale;
-i locali destinati a servizi igienici, spogliatoi, antebagno;
– il posto cottura di superficie inferiore a mq. 4,00 ed in diretta comunicazione
con altro locale di soggiorno dotato di illuminazione diretta;
– gli spazi destinati alla circolazione orizzontale e verticale delle persone e delle
cose;
– i locali non destinati alla presenza di persone.
I locali destinati ad uffici, attività commerciali, culturali e ricreative, nei quali non sia
possibile effettuare una ventilazione naturale, dovranno essere condizionati o ventilati
meccanicamente in rapporto alle caratteristiche morfologiche ed alle attività previste.
I locali nei quali è prevista, a norma del presente articolo, l’espulsione forzata, devono
avere porte progettate in modo da consentire il passaggio dell’aria.

Visita anche la sezione dedicata all’attività edilizia sul sito del Comune di Arezzo
Scarica il PDF del Regolamento Edilizio del Comune di Lucignano Arezzo (aggiornato a Dicembre 2012)

Se hai bisogno di maggiori informazioni relativamente a questo articolo del regolamento edilizio del comune di Lucignano Arezzo o ad ulteriori questioni ad esso connesse in ambito di regolamenti condominiali, ristrutturazioni edilizie, piani edilizi regionali e comunali, usa il form per fare una richiesta al nostro studio tecnico. Ti risponderemo prima possibile con una consulenza gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono per poter postare un commento sono, oltre all’email, il nome dell'utente. Il nome viene pubblicato - e, quindi, diffuso - sul Web unitamente al commento/richesta postata dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per gestire eventuali risposte private all'utente ed altre notifiche di servizio. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 utilizzando il form di contatto presente nel sito ristrutturazioni-edilizie.com